La riforma del partito è in votazione: Iniziative #3151 e #3152

Iniziative #3151 e #3152 (IMPORTANTI)

Si è aperta la votazione per le proposte regolamentari sulla trasformazione del modello dell’assemblea permanente da strumento che modella impropriamente un ambito legislativo inadeguato per un partito, in un vero strumento di orientamento politico.

Le proposte sono scaturite dai lavori dell’Assemblea del 27-28 Luglio, ampiamente discusse in quella sede, e portate al voto in questa forma nell’Assemblea Permanente per ‘sensibilità’ nei confronti di quelli che non erano fisicamente presenti vista il suo valore specifico.

La seconda proposta (#3152) innalza i quorum per l’ammissione alla discussione delle mozioni politiche. Attualmente infatti una stretta minoranza può imporre all’intero partito la discussione su questioni poco condivise pretendendo, con i voti a maggioranza, che il partito si divida su cose di poco conto, costruendo quell’ambiente di continua conflittualità che ha portato il partito praticamente ad essere ininflluente politicamente per 10 anni.

Innalzare i quorum impone che i proponenti le iniziative facciano un lavoro preliminare per aggregare consenso sulle proposte, lasciando alla piattaforma il ruolo esclusivamente confermativo e di valutazione dell’ampiezza del consenso ricevuto. Questa proposta mira, tra l’altro, a ridurre l’effetto del “posizionismo”, ovvero quello di un partito che nell’incapacità di dare effettivamente seguito alle proprie lotte si limiti ad enunciare principi svuotati di qualsiasi capacità di incidere sulla realtà (come quelli per lo più abrogati con la precedente vincente iniziativa per l’abolizione di tutte le mozioni pre CEEP).

La prima proposta (#3151) prevede invece l’abrogazione dell’art. 2 del regolamento che recita:

Art. 2. Validità delle iniziative approvate e loro modifica Ogni iniziativa approvata tramite mediante la Piattaforma sarà vincolante per il Partito Pirata. La modifica di qualsiasi iniziativa approvata potrà essere proposta in Piattaforma soltanto dopo che sia trascorso un tempo almeno doppio al tempo di discussione impiegato per approvarla. Ogni iniziativa non approvata potrà invece essere riproposta in qualsiasi momento.

Ha il principale effetto di rimuovere il vincolo regolamentare della centralità della piattaforma online che è ormai svuotato di ogni significato politico ma serve solo ad modo alle minoranze di impedire le attività del partito, lasciando appunto la piattaforma a svolgere il lavoro più adeguato di valutazione politica del consenso sulle proposte. Il vincolo, come è giusto che sia, sull’esecuzione delle mozioni approvate dovrà essere piuttosto di natura politica in modo da sviluppare una vera identità fatta non da vuote formule enunciate, ma dalle azioni politiche realmente messe in atto. Per votare le iniziative i6663 nella tematica #3151 e i6664 nella tematica #3152 vanno portate nella zona verde.

Tutte le proposte alternative di lynX e shamar sono essenzialmente tentativi di disturbare l’evoluzione del progetto di riforma del partito in senso più moderno e aperto, lasciandolo ancorato a logiche cyber-utopiche e anti-sociali imponendo per motivi essenzialmente ideologici la centralità di una piattaforma tecnica che ha chiaramente mostrato di impedire lo sviluppo della capacità del partito di agire politicamente. Come sempre per evitare i noti difetti del metodo Schulze, le iniziative i6701, i6702 nella tematica #3151 e i6667, i6669 e i6682 nella tematica #3152 vanno rifiutati in blocco portandoli nella zona rossa del voto.

Ricordate anche che il voto è valido solo se lo confermate dopo l’anteprima. Il voto è palese, può essere cambiato per tutto il periodo della votazione, può essere accompagnato da un commento e tutti i voti saranno verificabili alla fine del tempo di votazione.

3 Mi Piace

Ricordatevi sempre che:

  1. la principale differenza tra verde (approvo) e rosso (disapprovo) incide sulla maggioranza diretta (ovvero quel quorum che devono passare tutte le proposte che “possono” vincere). In questo caso specifico, la maggioranza diretta è al 50% quindi tutte le iniziative che non ottengono al meno il 50% dei voti non potranno mai vincere

  2. su ogni blocco (verde o rosso che sia) è possibile ordinare le iniziative. Questo ordinamento servirà per stabilire - grazie a Schultze - quale proposta risulterà vincente tra tutte quelle che hanno superato la maggioranza diretta.

Quindi quale sia il vostro voto (verde o rosso), ricordatevi sempre di ordinare le proposte all’interno dei blocchi. Il mancato ordinamento significa che per voi quelle iniziative hanno lo stesso peso.

5 Mi Piace

ma si può fare una cosa del genere? sopratutto durante la votazione?

3 Mi Piace

Non ho capito, che vuoi dire? Non c’è mica il “silenzio elettorale” eh!

2 Mi Piace

sbandierare cosa votare e come durante la votazione.

edit: della serie sono state in discussione e verifica per giorni, ci sono state discussioni in merito che senso ha far vedere COME deve essere votato?

1 Mi Piace

Non solo NON è vietato, ma anzi ha fatto proprio bene @exedre perché siccome in AP ci sono tanti nuovi potrebbero sbagliare inconsapevolmente ed è sacrosanto che qualcuno gli mostri come fare a votare.

bastava spiegarlo semplicemente senza mettere immagini che indichino cosa votare. Se uno non capisce come funzioni il modello di votazione su LQFB non credo nemmeno che debba restarci qui dentro, my2cents.

Più andiamo avanti e più è peggio. bah.

3 Mi Piace

Ma non ho capito, cosa ti scandalizza così tanto? Vedi che ora anche tu ti dispiaci del fatto che la gente su Agorà che non sa come funzioni LQFB non dovrebbe starci nemmeno dopo i 90 giorni di prova?

Veramente non capisco perché tu ti stia stracciando le vesti

siamo il partito pirata, non il partito degli analfabeti funzionali. Non è così difficile capire come funziona la votazione su agorà, quando mi hanno certificato (credo @Exekias) mi ha spiegato come funziona, non è una roba che serva una laurea per capirlo e poi utilizzarlo nella maniera corretta. Su agorà ci puoi stare tranquillamente, ma se ci stai DEVI sapere come funziona (almeno a livello di votazione)

Inoltre se vuoi spiegare come votare fai un 3d o un tutorial di come funziona, non su un iniziativa in corso. A mio avviso questo è un modo, abbastanza meschino, per portare voti verso la propria parte.

5 Mi Piace

Totally disagree: non vedo alcuna forma di meschinità, anzi @exedre pubblicamente spiega come votare e come votare quello che lui appoggia (senza mezzi termini eh!).

1 Mi Piace

se in un “partito di dirigenti” occorre chiarire che Exedre sta esternando la sua personale dichiarazione di voto, Houston abbiamo un problema :slight_smile:

2 Mi Piace

credo che questo tipo di risposta sia espressione di quanto si voglia imporre con l’iniziativa #3151.
da esterno molto sinceramente sto avendo enormi difficoltà a comprenderne i vantaggi.

non sono stato attirato dal partito solo per l’applicazione della democrazia liquida attraverso LQFB, ma credo che questa azione depotenzi di brutto tutto il castello.
per portare un esempio:

come diavolo è possibile che una minoranza blocchi ciò che la maggioranza vorrebbe fare?
non ho trovato nessun riferimento al fatto che una volta che l’iniziativa è partita, il timer riparta da zero alla presentazione di una nuova mozione.
è un’informazione che mi manca non avendo l’accesso: se qualcuno ha voglia, potrebbe spiegarmi?

da quel poco che ho capito questo compito dovrebbe essere svolto dal Gruppo di Coordinamento.
invece di modificare il castello, chi sta “facendo” e vorrebbe “fare” non potrebbe candidarsi a sto diamine di gruppo invece di cancellare (modificare non esiste nel vostro vocabolario?) un intero articolo del regolamento?

so poco o un cazz di politica, lo ammetto ogni 3x2, ma mi pare di aver intercettato l’intenzione di voler neutralizzare la possibilità di proporre emendamenti.
almeno indicate una diamine di alternativa, dove cavolo si discuteranno le cose se si vuole questo:


riguardo la #3152 condivido l'idea di alzare il quorum, ma al 50% mi pare un altro depotenziare il castello.
attenderò la fine di queste votazioni per capire la direzione del partito.
come ho scritto altrove, ho chiesto di partecipare perchè mi sembravano interessanti molte cose.
ma sto assistendo ad una rivoluzione e ho la tendenza a pensare che sarà la prima di tante, non ho le competenze per fare parte di un gioco simile.
2 Mi Piace

Te lo dico io: con la partecipazione. Siccome nessuno (o pochi) delegano, succede che normalmente solo un quinto degli aventi diritto si loggano continuamente in AP, quindi bastano la metà più uno di quel quinto per bloccare tutto. La maggioranza poi, per tornare ad essere tale, deve andare a cercare UNO AD UNO tutti gli altri pseudo inattivi. Solo così torna ad essere maggioranza.

Sarò la prima di tante proprio se NON alziamo il quorum della fase di nuovo: se lo portiamo al 50% non sarà più la prima di tante, perché prima di discutere dovremo trovare giocoforza un consenso già ampio.

1 Mi Piace

quindi invece che istruire la gente ad usare le deleghe (cosa che avevo intercettato e inserito nel discorso “2 livelli per l’AP” che sta andando in vacca) si brucia tutto il castello?

comprendo che possa essere “limitante” avere uno strumento solo, ma io credo che debba essere asincrono.
leggo di voler “abolire” la piattaforma come strumento di discussione ma non vengono portate alternative.
per me questa cosa non è costruttiva.

non mi importa che ci siano altri strumenti da poter utilizzare (sezione privata del forum, telegram, telefonate, ecc), la cosa che non mi piace è che non venga indicata un’alternativa: togliamo questo che non funziona, per il resto arrangiatevi

3 Mi Piace

Mmm intuisco ma in realtà alzando il quorum non stiamo affatto bruciando tutto il castello.

questo è #3152

io mi stavo riferendo a #3151

sono state inserite nella stessa discussione, sottointendendo una relazione tra le due.
sottointendendo che non è sufficiente alzare il quorum, ma anche rimuovere l’articolo 2.

sono scemo eh, ma non fino a questo punto.
non trovo altre motivazioni per indicare una preferenza di voto su 2 iniziative diverse se non si vuole intendere un collegamento.

3 Mi Piace

Beh, io sono contrario a lla #3151. E voterò coerentemente con le mie idee. Non concordo sul fatto che l’AP si sia svuotata di significato politico, e ritengo altresì che la questione delle minoranze, anziché essere affrontata a muso duro, andrebbe affrontata con più elasticità: alla fine - volendo ben vedere - ci sono solo due individui che hanno mostrato una totale incapacità di concepire che possano esistere idee diverse dalle proprie.

Sono soprattutto contrario a questa interpretazione:

Perché se da un lato è vero che ciò ha reso la piattaforma “conservatrice” sulle posizioni del partito, dall’altro è anche vero che il PP ha “resistito” negli anni anche grazie a essa.

Sulla #3152 invece concordo con le motivazioni espresse da @exedre, soprattutto per via del richiamo alla necessità di ricercare un consenso.

Tuttavia ritengo inopportuno questo richiamo, che sembra a tutti gli effetti una sorta di spiegazione per convincere i membri a votare sulla base di quanto scrive, o un ordine impartito a utenti sprovveduti:

Ordine che mi rifiuto di accettare.

4 Mi Piace

Ciò che non è vietato è permesso

1 Mi Piace

Non è vero. Non è meschino e anzi è molto fico…

Se io fossi stato indeciso (e non, come sono, assolutamente contrario alla eliminazione dell’art 2) avrei ripagato l’attenzione didattica di @exedre col mio voto favorevole.

1 Mi Piace

Io resto dubbioso del fatto che l’abrogazione dell’articolo 2 e il mancato adeguamento del quorum della fase di nuovo possano creare problemi: al posto di @Cal avrei proposto un pacchetto, prendere o lasciare.

2 Mi Piace