PeerTube per il Partito Pirata

Come promesso ho preparato uno script bash che installa automaticamente una istanza PeerTube su un server Debian GNU/Linux 9.9. L’ho provato sulla mia rete privata su due macchine virtuali con successo (ma poi ho fatto ancora un piccolo refactoring al codice per renderlo più leggibile… se trovate qualche errore vi prego di segnalarmelo).

Presuppone di essere eseguito via sudo da un utente che può anche impersonare altri utenti. Il mio /etc/sudoers contiene:

“giacomo” ALL=(ALL:ALL) ALL

Invocando lo script senza argomenti viene stampata la usage:

sudo ./peertube-install.sh domain email password twitter

Il dominio deve essere configurato sul DNS con i record A e AAAA.

Ora la palla passa a @exedre e @solibo

Se ci fossero problemi, scrivete pure qui. Non è detto che sia in condizioni di aiutare subito… ma ci proverò.

2 Mi Piace

Grazie Giacomo, ora considero l’applicabilità alle macchine di ws e ti faccio sapere. Se ci sono modifiche utili allo script te le giro.

1 Mi Piace

Maaaaa… perché non prendevi un Dockerfile già pronto, che ce ne sono tanti?

(comunque vedo che è specifico per una versione specifica di debian, perché?)

In realtà gliel’ho chiesta io così perché sulle macchine di WS non usiamo docker.

3 Mi Piace

Inoltre automatizzare un’installazione generica avrebbe aumentato di diversi ordini di grandezza la complessità dello script e di conseguenza i tempi di sviluppo e test.

Per questo gli sviluppatori di PeerTube descrivono in modo molto chiaro il processo di installazione, ma non forniscono uno script equivalente. Sarebbe naturalmente possibile generalizzare il mio script, ma il costo di sviluppo, test e manutenzione dello stesso non sarebbe comparabile con il vantaggio prodotto rispetto al seguire manualmente le istruzioni.

(e poi Debian GNU/Linux è l’unica distribuzione Linux che posso dire di conoscere veramente :relaxed:)

1 Mi Piace

Riapro questo thread per una piccola precisazione.

Lungi da me voler fare qualcosa di utile per il partito! :smiley:

Coerentemente con i miei valori e la mia visione del Partito Pirata, ho affrontato un problema politico utilizzando l’informatica. Ma come ho spiegato, questo problema non era (solo) un problema del Partito Pirata, ma anzitutto un problema delle persone che vi si avvicinano e della democrazia italiana in generale.

Dunque sia chiaro, io non l’ho fatto per il partito! :wink: L’ho fatto per gli altri. Per la Polis.

Per quanto possibile, provo a costringere questo Partito a fare Politica. Voglio che agisca per il bene della Polis: dell’Italia, dell’Europa, del mondo intero. Voglio che sia coerente: che non diffonda presso potenze straniere gli interessi politici di coloro che vi si avvicinano mentre dichiara a gran voce di volerli proteggere.

Ma rimango orgogliosamente un fanfarone! :notes: :musical_note: :musical_note: :notes: :notes: :notes:

Ci sono novità @exedre? Hai avuto problemi con lo script?

Mancano poco più di 15 giorni alla Assemblea Occasionale: avremo la nuova istanza PeerTube per allora?

1 Mi Piace

A questo proposito: sappiamo se peertube supporta la trasmissione streaming in diretta?

(Uhm, pare di no: https://github.com/Chocobozzz/PeerTube/issues/151)

No. Ma peertube essendo un sistema peer-to-peer non espone gli IP di tutti quelli che si collegano a chiunque, così per non essere controllato da Youtube ti fai controllare da tutti. Un grosso passo avanti si vede…

Manca il punto di domanda ma ti rispondo comunque. :wink:

L’IP pubblico è un numero che, per la stragrande maggioranza dei consumatori, viene assegnato dinamicamente e cambia nel tempo. Talvolta è condiviso fra centinaia di persone.

Tutti coloro che, Dio non voglia, conoscono il tuo IP pubblico non possono sapere chi sei. (a meno che il tuo firewall non sia un groviera)

E a meno che non ti conoscano già e ti traccino per altre via, ogni video che vedi condividerà il tuo IP con persone diverse che non potranno correlare quel IP con i diversi video che guardi e le informazioni che se ne possono dedurre.

YouTube invece lo sa. Sa chi sei e sa tutto di te. E ogni video che vedi, impara qualcosa di nuovo sul tuo conto. E questo non vale solo per te, ma per tutti gli altri, conferendo a Google un potere enorme.

Dunque sì: sotto tutti gli aspetti politici, l’istanza PeerTube che @exedre sta preparando per il Partito Pirata sarà un enorme passo in avanti per tutti noi e una tutela per il nostro Paese e per le persone che si avvicinano al nostro partito.

3 Mi Piace

Sicuramente un client può registrare e/o trasmettere se predisposto.

A parte i soliti sofismi la risposta è: sì, l’IP è tracciabile. CVD.

Ehm… no: non hai capito.

Se la tua preoccupazione è che le persone cui ti connetti per vedere un video PeerTube ti possano “controllare”, si tratta di una preoccupazione infondata.

In altri termini la frase:

è puro FUD: una affermazione falsa e denigratoria di una tecnologia che non capisci e del lavoro di @exedre e me.

Spero la spiegazione possa comunque essere utile ad altri.

1 Mi Piace

Ora che mi ci fai pensare @exedre, a che punto sta l’istanza PeerTube che hai promesso di mettere a disposizione del Partito Pirata?

Io sulla base della tua parola ho lavorato diverse ore, come mi avevi chiesto.

Parli spesso pubblicamente di privacy e ti occupi di comunicazione: sono certo che tu sia consapevole dell’importanza per il Partito Pirata che le registrazioni dell’Assemblea Occasionale di Milano siano messe a disposizione su un canale strategico da un punto di vista tattico, strategico e mediatico come il Fediverse.

Aspetto a breve buone notizie sul risultato della nostra collaborazione!

Io non ho promesso di mettere a disposizione nulla per il Partito Pirata. Parlavamo del PWS.

In verità non c’è stata nessuna forma di “collaborazione”. Da quel che ho capito hai fatto tutto senza ascoltare i suggerimenti che ti davano le persone con cui avresti dovuto collaborare e a cui avevo chiesto aiuto e senza il loro coinvolgimento non è possibile alcun avanzamento.

Per quello che mi è possibile è fuor di dubbio che le registrazioni dell’assemblea potranno essere messe su TNT da qualche releaser (anzi credo che potresti metterle anche tu direttamente se hai un account). Ma credo che per questo debba rivolgerti agli organizzatori dell’Assemblea tra cui, come sai, io non sono.

Bene! Rivediamolo alla moviola (enfasi mie)! :smiley:

Io avevo inteso che PWS avrebbe messo l’istanza a disposizione del Partito Pirata.

Per questo ho fatto il lavoro che mi hai chiesto. Tant’è che nel secondo post di questo thread scrivevi:

Sono sconcertato nello scoprire che non hai mai avuto intenzione di mantenere la tua parola! E francamente sorpreso. Perché almeno su questo, mi sembrava avessi capito l’importanza per il Partito Pirata di sottrarre i cittadini che gli si avvicinano alla sorveglianza.

Pensa che ti avevo persino difeso dai troll che mettevano in dubbio l’utilità del nostro sforzo comune!

Spero che la tua coerenza non si estenda al resto del PWS di @calamarim.


A questo punto non posso darti torto: l’unico ad aver fatto qualcosa… sono io! :smiley:

Hai capito male… :unamused:

Sono stato contattato da un sistemista di ScambioEtico.org cui ho posto alcune semplici domande sulla manutenzione del server, sulla copertura dei costi, sulla collocazione geografica dei server etc…

Mi ha dato risposte vaghe, incompatibili con le responsabilità che il GDPR attribuisce al Garante della Privacy del Partito Pirata (oggi @o_zone) e poco chiare per quanto riguardava la copertura dei costi. Ho dunque incluso nello scambio di email anche privacy@partito-pirata.it e tesoreria@partito-pirata.it in modo che Tesoriere e Garante della Privacy potessero richiedere i chiarimenti di loro competenza.

Inoltre, come sai, il sistemista ha chiarito che non avrei lavorato per PWS ma per ScambioEtico, smentendo le tue parole.

Purtroppo l’inclusione nello scambio degli organi competenti del Partito Pirata ha urtato la sensibilità del sistemista in questione che per qualche ragione non sembrava intenzionato a proseguire la nostra collaborazione.

Tuttavia, da persona collaborativa quale sono, ho comunque realizzato e testato presso mie macchine virtuali lo script in questione, nell’interesse dei cittadini che intendevo proteggere e anche della credibilità del Partito cui ancora ero tenuto alle porte. E naturalmente l’ho anche inviato al sistemista di cui sopra.

Lungo tutto lo scambio non mi è stato dato alcun suggerimento. Non ne avevo bisogno! :wink: Ma se c’è stato qualche fraintendimento, questo è stato dovuto alla tua scarsa chiarezza.


Alla fine della fiera comunque, io ho fatto la mia parte, tu no.

Puoi rigirarla come ti pare, ma questo è un fatto incontrovertibile.

Dunque d’ora in poi, prima di suggerire a me come meritare la fiducia, pensa a meritarla tu stesso.

Nulla di quello che dici confuta quanto detto. Hai agito in modo scorretto con tutti quelli con cui ti sei rapportato e ne stai pagando le conseguenze.

Non è così. Ti è stata data dai sistemisti una seconda possibilità chiedendoti esplicitamente di non estendere i messaggi ad altri destinatari e di non fare polemiche e tu invece l’hai fatto sia estendendo ancora i destinatari dei messaggi sia polemizzando. E se non bastasse poi una terza volta l’hai fatto nei miei confronti girando un mio messaggio privato e, come vedi, continui a polemizzare. Diciamo che dopo la terza volta anche gli asini come noi capiscono chi hanno di fronte.

Mi assumo quindi ogni responsabilità di aver preso questa decisione e di non aver voluto, in queste condizioni, mettere a disposizione un’istanza di PeerTube su server di PWS. Si farà forse in futuro se il provider ci darà l’ok.

Quanto al Partito, tu lo hai voluto a tutti i costi tirare in ballo e non è come hai riportato, con le solite manipolazioni sul forum, il 17 giugno:

Puoi riportare dove il sistemista ti diceva che avrebbe contattato il Partito Pirata perché a me lo ha escluso categoricamente.

Perché ho il desiderio irresistibile di chiudere anche questo thread? Perché diventa sempre che qualcuno vuole sputtanare un altro che poi si deve difendere? Lo capite che continuare così è scellerato? Lo capite che spaccare il capello in quattro per difendersi pubblicamente non va bene perché NON VA BENE attaccarsi pubblicamente? Lo capite che è più importante cercare di fare qualcosa piuttosto che dimostrare che la colpa di qualcosa che è stato fatto (o non fatto) è di qualcuno?

No, io credo di no.

1 Mi Piace

Ok @solibo prometto che ignorerò ogni ulteriore provocazione di @exedre, tanto mi sembra evidente che dovrò trovare personalmente un’istanza PeerTube che accetti di accogliere i nostri video.

Rispondo solo a questa domanda, perché chi legge non pensi che io manipolo intenzionalmente le informazioni come fanno altri:

Certo che posso! Sono un Pirata, io!

Alle 16:32 del 17 Giugno 2019, in una mail che forniva informazioni piuttosto vaghe sulla collocazione dei server che avrebbero fornito il servizio (di cui il Garante della Privacy del Partito Pirata avrebbe avuto la responsabilità nei confronti di visitatori ed utenti) il sistemista in questione ha scritto (enfasi mie)

Sia chiaro che il server non è pagato dal Partito Pirata e quindi per spostare i video del PP ovviamente bisognerò coinvolgere loro, insomma noi non abbiamo accesso a quell’account. Comunque non avremmo niente in contrario a condividere tutte le informazioni con il PP così che anche loro possano avere una piattaforma equivalente (o usare la nostra se vogliono ovviamente).

Letto nel contesto delle tue parole, ho interpretato quella frase come l’intenzione di contattare il Partito Pirata. Che è esattamente ciò che ho scritto alle 22:21 dello stesso giorno.

Pensavo che li avessi giustamente informati che io non ero ancora iscritto al partito e dunque condividere “tutte le informazioni” con me non fosse sicuro. Ma ora mi chiedo se tu ci avessi pensato…

Per aiutare il sistemista a contattare gli organi competenti del partito e rendere più rapida la realizzazione dell’istanza ho risposto

Guarda per me va benissimo, purché sia chiara una cosa: io questo setup lo faccio aggratis per il Partito Pirata. Usatelo pure anche voi, a me fa assolutamente piacere. Ma vi chiedo che il Partito Pirata non debba pagare per usare un servizio che io installo gratis.

Se credi ci possano essere problemi su questo, mettetevi d’accordo prima che io faccia il tutto. In copia ci legge la tesoreria del partito.

@solibo può confermare di aver ricevuto questa mail alle 00:32 del 18 Giugno 2019 con oggetto “Re: Installazione di Peer Tube” e verificare che la citazione che ho riportato di entrambi i passaggi è letterale, inclusi i typo.

E purtuttavia, quando il sistemista ha contraddetto le proprie parole dando in escandescenza perché avevo incluso nella conversazione gli organi competenti del partito che avrebbe dovuto contattare per le questioni su cui non si sentiva sicuro di parlare con me, ho comunque realizzato lo script che lui (e tu) mi avete chiesto.

Perché io sono un hacker: la mia parola ha un significato. :wink:

La domanda era:

Non volevo sapere quando tu hai deciso di coinvolgere il PP senza chiedere il permesso della persona che ti aveva mandato il messaggio solo a te.