Siamo Pirati... o Pagliacci?

Sara ho capito benissimo cosa dite tu e @Lanta.

E sono d’accordo sul fatto che il Partito Pirata ha bisogno di account Facebook (o YouTube, o Twitter, o…) per poter raggiungere le persone che sono intrappolate da quei servizi.

Ma se noi usiamo gli strumenti di sorveglianza come tutti gli altri (alla “io l’algoritmo lo assecondo”), che credibilità vuoi che abbiamo nel momento in cui ci battiamo contro di essi?

Ora, queste aziende vogliono dare l’illusione che non si possa vivere senza di loro.
Che si rimanga isolati o sciocchezze del genere. La ragione è semplice: più appari imbattibile più è improbabile che qualcuno provi a dimostrare che non lo sei.

In realtà internet esisteva prima di Facebook (lo so perché c’ero) ed esisterà dopo.
Ed il caro Zuckerberg lo sa benissimo: infatti sta disperatamente cercando un nuovo business model.
Non perché lo infastidiscano i detrattori, ma perché si è accorto che i giovani considerano i suoi servizi “da matusa”.

Ora, il fatto che tu ti faccia ingannare dal marketing / propaganda di Facebook e creda che non si possa fare diversamente, posso comprenderlo: la responsabilità è di quelli come me che non ti danno gli strumenti culturali per difenderti.

Ma che il Partito Pirata si sottometta alla sorveglianza è francamente RIDICOLO.

Se noi ci sottomettiamo a Facebook, se “assecondiamo l’algoritmo” e ci comportiamo nei confronti dei nostri concittadini nel modo manipolatorio che Facebook vuole imporci, possiamo smettere di fare politica. O meglio potremmo farla nel M5S o nel PD, perché tanto non cambierebbe NULLA.

Se siete rassegnati a perdere, allora statevene a casa. A cliccare “no” su LQFB.
(come peraltro dite che no si dovrebbe fare)

Ma se volete fare Politica, dovete imparare a trovare soluzioni. A sfidare i problemi.
Rassegnarsi non è permesso.

Non ci sono giustificazioni per questo.

Trasmettere in diretta streaming su Facebook l’Assemblea Occasionale del Partito Pirata è stato ingiustificabile. E molto discutibile, perché a nessuno dei presenti è stata chiesta l’autorizzazione.
Io non l’avrei mai data. Streaming sì. Facebook no.

Ogni volta che carichiamo contenuti su queste piattaforme, delegittimiamo noi stessi.
Facciamo la figura o degli ipocriti o degli incapaci.

Esiste sempre un modo

Che Sara non possa immaginare alternative è comprensibile.
Che non possa tu, @Cal, dovrebbe farti riflettere profondamente sulle tue competenze tecniche.

Ve ne offro una: facciamo phishing politico.

Mettiamo i nostri contenuti su nostri server ed imitiamo le pagine di Facebook… con qualche glitch.
Ne facciamo una parodia, ma una parodia credibile, che faccia sorridere e riflettere proprio per la sua similitudine al social network.

Per coerenza con Manifesto… e CEEP19

Non i social, @GiovaGio, noi dobbiamo contrastare la sorveglianza.

E sostenere il contrario come fanno @Cal e @Lanta è in diretto contrasto con il Manifesto che si sono impegnati a rispettare entrando in questa associazione:

Siamo preoccupati per la profilazione di massa, che insieme alle fake news, ai contenuti emotivi, soprattutto violenti, permette di applicare individualmente tecniche psicologiche e di marketing per influenzare l’esito delle votazioni, destabilizzare un governo, o suggestionare la popolazione affinché offra il consenso desiderato.

Si aggiunge il transito delle conversazioni dei cittadini su server di aziende che possono leggerne e processarne i contenuti. L’art. 15 della Costituzione, che richiede una corrispondenza libera e segreta, risulta facilmente violabile.

Il rischio è l’avvento di nuove forme di totalitarismo, con grandi capacità predittive, persuasive e dunque manipolative. Partendo da programmi politici demagogici, sulla base dei dati di consenso raccolti, ed argomentando tesi o presentando eventi sui social, in modo anche distorto, ma efficace per ciascun profilo targettizzato.

Questa è la più grave minaccia per la democrazia nel mondo.

Il testo del Manifesto è molto chiaro.

Ma non si tratta solo del manifesto: sarebbe ridicolo un Partito Pirata che supportasse la sorveglianza dei propri iscritti e dei cittadini che vi si avvicinano… come facciamo noi.

E quelli che blaterano di visione europea dovrebbero leggere il CEEP19 almeno una volta nella vita.
Al punto 6.4 dice:

I pirati vogliono abolire la pratica della raccolta, dell’archiviazione e della corrispondenza dei dati di routine , automatizzata e non mirata. […]

Ed al punto 6.9 afferma:

Combatteremo per difendere la privacy di giornalisti, attivisti e cittadini di tutto il mondo, sostenendo una legislazione che impedisca ai regimi oppressivi di acquistare tali tecnologie e servizi da qualsiasi entità dell’Unione europea.

Non c’è spazio di interpretazione.

Un partito di contaballe…

No, @GiovaGio, non “passiamo” per il solito partito contaballe.

Se continuiamo ad essere palesemente incoerenti noi SIAMO un partito di contaballe.
Un partito di contaballe con lo 0.23% dei voti.

Partito Pirata o Partito di Pagliacci?

Bisogna scegliere ragazzi.

3 Mi Piace

Meglio pagliacci, ma partito, che coerenti con lo 0%.

In politica si hanno degli obiettivi, ben espliciti negli stralci di manifesto che hai riportato. Io intendo raggiungere quegli obiettivi. Per farlo, Facebook serve: il tuo limite è la tua mancanza di capacità di accettarlo.

My 2 cents, non spenderò altro tempo in cazzate.

DISAPPROVATO Non possiedi l’elasticità morale necessaria a fare il dirigente di partito. Torna a fare l’elettore, please.

2 Mi Piace

Visto che nell’altro thread (https://forum.partito-pirata.it/t/proposta-per-un-codice-di-comportamento-social-per-i-pirati/2650/53) molte altre persone stavano esattamente discutendo di questo, cercando di spiegarti come il portare persone fuori da un social come Facebook sia penalizzante in termini di visibilità, chiudo questa discussione. Sono contenuti ridondanti che si possono tranquillamente affrontare lì, il fork non ha senso.

Questo argomento è stato chiuso. Non è più possibile inviare risposte.

@Lanta stai cercando di censurare un hacker?

Ti rendi conto di quanto sia ridicolo?

Riapri questo thread, permetti anche agli altri di risponderti.

Sull’altro si discute di linee guida sui social. Qui si discute di coerenza.

Questo argomento è stato aperto. È di nuovo possibile rispondere.

Ora questo argomento è parte del GdL Informatica di cui io sono il Responsabile della Convivenza.

@Lanta ti diffido dal modificarne alcunché: partecipa come tutti gli altri.

1 Mi Piace

Questo argomento è stato chiuso. Non è più possibile inviare risposte.

Ho già argomentato.

@solibo @Exekias @storno: @Lanta sta abusando dei suoi poteri amministrativi censurando questo thread che è parte del GdL Informatica sotto la mia responsabilità.

Vi chiedo di intervenire nei suoi confronti come moderatori. E chiedo a @marco e @solibo di ammonirlo a non ripetere questo comportamento a nome del Consiglio Arbitrale.

Le sue argomentazioni valgono quanto quelle di tutti gli altri, ma in questo specifico caso sono sbagliate: questo thread NON è ridondante. Se vi sono post altrove che riguardano questo argomento, le spostiamo qui.

1 Mi Piace

Questo argomento è stato aperto. È di nuovo possibile rispondere.

Ok @Lanta ho spostato qui gli interventi relativi alla nostra coerenza.

In questo modo non c’è più alcuna ridondanza… Contento?

Ho spostato 27 messaggi in un argomento esistente: Proposta per un codice di comportamento “social” per i pirati

In quanto arbitro monocratico del Collegio Arbitrale, ti invito a ripristinare tutto esattamente com’era prima del tuo intervento di moderazione non richiesto (al massimo spostando il tuo singolo messaggio nell’altro thread, unificandoli).

Altrimenti dovrò procedere diversamente per i tuoi abusi. Non vorrei.

Quanto a me, fai come ritieni più opportuno @Lanta.

Ma questo thread è una ottima riorganizzazione di un thread andato off-topic.

Considera il fork come una risposta alla richiesta di @GiovaGio di stare sul tema.

Questo argomento è stato chiuso. Non è più possibile inviare risposte.

Shamar è stato sospeso dal forum per 48h, causa abuso di poteri di moderazione.

Provvedo ora a riunificare le discussioni.

1 Mi Piace

Avresti potuto rispondere a @lynx ed @atlas82 nel thread aperto in cui si parla delle stesse cose, invece di abusare dei tuoi poteri per frignare in una discussione chiusa per ridondanza.

Rinnovo l’invito a proseguire di là. Sposto questa discussione nella sezione più appropriata.

SIAMO YIN & YANG

1 Mi Piace